JNUC 21 apporta importanti miglioramenti alla sicurezza e alla distribuzione a Apple enterprise

Sulla scia del lancio di MacBook Pro di Apple, il più grande raduno (virtuale) al mondo di amministratori Apple sta iniziando con una serie di annunci di Jamf, tra cui soluzioni per proteggere il lavoro remoto, accelerare le distribuzioni e altro ancora.

Il grande evento per Apple IT
La Jamf Nation User Conference 2021, un evento virtuale, ospiterà oltre 10.000 amministratori Apple provenienti da tutto il settore aziendale, sanitario e dell’istruzione. La società ha ora oltre 57.000 clienti, e il suo software viene utilizzato per gestire più di 25 milioni di dispositivi Apple, ha detto la società.

 

“Penso che dieci anni fa Windows ha portato in quota di mercato,” Jamf CEO Dean Hager mi ha detto. “Ora, se si guarda agli Stati Uniti, Windows è di circa il 32%.”

Secondo Statcounter, Windows aveva circa una quota del 75% del mercato statunitense alla fine del 2011 e ha il 31% oggi. iOS e macOS di Apple insieme rappresentano oltre 40% quota negli Stati Uniti. E IDC ha recentemente rivendicato una quota di macOS 23% nell’IT aziendale statunitense.

Parte della ragione di questo cambiamento è l’espansione degli schemi di provisioning hardware di employee choice tra le aziende.

” In questo giorno ed età, i dipendenti hanno una scelta”, mi ha detto Hager. “Se a loro non piace il computer di lavoro, faranno il loro lavoro sulla propria macchina. E di conseguenza, sarai meno sicuro come organizzazione.”

Hager vuole la stessa sensazione di scelta ed emancipazione nella sicurezza aziendale e sta lavorando per ridurre l’attrito di quelle protezioni.

Comments

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *